26
Set
2015
45

FRUTTA ACIDA: la tua colazione alcalinizzante.

  • 948
  •  
  •  
  •  

La macedonia di Frutta acida è il piatto perfetto da abbinare al centrifugato di agrumi per ottenere una colazione alcalinizzante dalle proprietà detox ineguagliabili per intestino fegato e vie urinarie. Le cosiddette ceneri digestive di un cibo ci dicono se, durante la digestione, un alimento ingeneri una reazione metabolica che produca biochimicamente residui organici o inorganici alcalini o acidi in grado di alcalinizzare o acidificare l’ambiente ed i tessuti con i quali entrano in contatto. Per esempio, il catabolismo (degradazione) digestivo della frutta acida e del Limone – alimento pur molto acido per via dell’alto contenuto di Acido citrico organico, tuttavia facilmente metabolizzabile – produce scorie inorganiche alcaline ed alcalinizzanti. Il termine “ceneri” descrive genericamente quelle sostanze che restano dopo la digestione e l’assimilazione di un cibo, generalmente costituite da composti inorganici quali sali minerali basici o acidi; a mio avviso, vanno inclusi in questa categoria anche altri metaboliti in grado di influenzare il pH, come gli ossidi acidi (Ossiacidi) derivati dai gas intestinali e le basi inorganiche o organiche che sono quasi sempre acidificanti. La frutta acida è in grado di pulire l’intestino innalzandone il pH grazie alle ceneri digestive alcaline rilasciate che sciolgono il muco inacidito sedimentato sulla parete intestinale che ostacola l’assorbimento dei nutrienti da parte dei villi intestinali e acidifica l’organo che lo ospita intossicando l’intero organismo. Di fondamentale importanza per l’innesco di questo processo virtuoso di detossificazione sono gli abbinamenti dei cibi, che devono rispettare la diversa natura basica o acida dei frutti per ottenere una conseguente completa digestione che dia ceneri alcaline e non abbia resti indigeriti di cibo e cataboliti acidi e/o acidificanti: questo aspetto nutrizionale riveste un ruolo primario nella metodologia alimentare di una dieta igienisticamente corretta (Ortotrofia) volta ad ottenere una digestione completa dell’alimento ingerito, con la totale metabolizzazione ed assimilazione dei principi nutritivi alimentari, minimizzazione delle rimanenze indigerite e massimizzazione della produzione di ceneri alcaline con fisiologico effetto alcalinizzante. La vita delle nostre cellule i nostri tessuti ed organi bramano come l’ossigeno la proprietà alcalinizzante caratteristica del cibo VEGETALE CRUDO FRESCO MATURO e STAGIONALE!

Read More

12
Set
2015
44

DIGESTIONE: la certezza empirica di Albert Einstein.

  • 193
  •  
  •  
  •  

Anche Albert Einstein avrebbe convenuto con me che non c’è legge teorica alcuna più solida delle regole della nutrizione, giacchè ognuno, uomo o donna, ha gratuitamente a propria disposizione la più portentosa macchina di conoscenza mai esistita: immaginiamo di essere i piloti di una navicella – il corpo umano – dotata dei più evoluti strumenti sensoriali e di analisi, fatta apposta per esplorare lo spazio del conoscibile fino nelle recondite verità. La speculazione intellettuale non è una prerogativa per la conoscenza, anzi! Di quelle che io penso siano delle verità generali, puoi verificarne in presa diretta su te stesso e in autonomia l’effettiva corrispondenza nella realtà, semplicemente applicando i principi alla pratica. Osservando con la mente libera da pregiudizi l’esperienza esclusiva della tua digestione e la risposta pura e non mediata dei sensi agli stimoli del cibo che introduci nel tuo organismo, avrai a disposizione la cartina al tornasole che fa di idee punti cospicui sulla mappa, fari lungo la rotta della Disciplina Spirituale Alimentare che ogni navigatore consapevole dovrebbe imparare a riconoscere.

Read More

5
Set
2015
34

AIDS, inganno del secolo!

  • 36
  •  
  •  
  •  

Ho appena letto l’ultimo post di Valdo Vaccaro – persona schietta e mente fulgidissima che si spende senza risparmio di energie per il bene dell’umanità e la ricerca della verità – e scrivo di schianto. Non smetterò mai di ringraziarlo per l’opera di ricerca e divulgazione che fa sull’intima corrispondenza esistente tra la salute e l’alimentazione. Insomma, ho trovato l’articolo così sincero e coraggioso – mi viene da pensare eroico, commovente – nelle intenzioni, veritiero e convincente nelle argomentazioni, che ho deciso di riproporlo nel mio blog. Molti di voi sussulteranno dal torpore del “chilo” che si fa sul divano – l’argomento scotta – ma le tesi proposte sono attendibili e ben argomentate, meritano perciò un’ampia diffusione per raggiungere tutte le persone che ne abbiano bisogno. Su questo tema una presa netta di posizione individuale è richiesta di fronte all’opportunismo ed all’ipocrisia degli uomini con il megafono: ricorda che la salute è la tua! Combatto contro la chemioterapia corrosiva, contro la farmacologia tossica, contro l’oblio delle potezialità della macchina biologica umana. Si parla di AIDS – il tabù – ma si potrebbe traslare la riflessione su Ebola, i vaccini o sulle cure chemioterapiche. Sveglia, coscienze!

Read More

3
Set
2015
51

INSALATA DI LUPINI | Il legume con meno Acido fitico.

  • 544
  •  
  •  
  •  

I Lupini sono un legume straordinario che fino ad una quindicina di anni fa era retrocesso da alimento diffuso tra i poveri, in particolare nelle regioni meridionali, a snack immancabile nelle sagre paesane e nei cinema di tutta la penisola italica; nei tempi che corrono, invece, è stato letteralmente espluso dall’immaginario delle abitudini alimentari degli italiani. Per chi abbia passato i trent’anni – ma anche i quaranta – ne son certo, il leggere di lupini da mangiare – il legume, s’intende :) – riaccenderà ricordi di gioventù, odori sapori persone e storie nate nelle monosale cinematografiche di una volta… La coltivazione della pianta dei Lupini, ornamentale dai fiori bellissimi, alta anche fino a 2 metri ed oltre, era praticata in tutto il bacino del Mediterraneo ed in Medio Oriente fin dall’antichità. Tant’è vero che semi di lupino furono rinvenuti dentro le tombe dei faraoni egizi e che il filosofo greco Ippocrate, padre della “vera” medicina occidentale – non quella su cui giurano, alcuni fischiettando come i Sette Nani, i medici moderni – ne narra già le virtù salutari e terapeutiche.

Read More

27
Ago
2015
40

SUCCO DI AGRUMI: l’elisir acido che depura l’intestino.

  • 152
  •  
  •  
  •  

Il succo di frutta acida fatto con gli agrumi rappresenta la soluzione più efficace per depurare l’organismo iniziando dall’intestino passando per il fegato (gli Agrumi hanno un effetto colagogo in quanto stimolano da ottimi colecistocinetici la contrazione della Cistifellea facilitando l’escrezione della bile nel duodeno) e finendo con i reni e le vie urinarie. Un succo di agrumi al mattino è senz’altro il modo giusto per iniziare una dieta detox. Gli agrumi – il limone ne è il capofila – sono la fonte alcalinizzante migliore disponibile in natura per il metabolismo umano: nonostante che in partenza essi siano cibi anche molto acidi, tantoché il loro sapore risulta acre sulla lingua come nel caso del limone, durante la prima digestione si trasformano in prodotti metabolici, detti ceneri, che rendono alcalino il nostro organismo.

Read More

19
Ago
2015
47

Come fare la vera BRUSCHETTA TOSCANA.

  • 351
  •  
  •  
  •  

Eccoci alla seconda tappa del tour dei 5 Maledetti Toscani: la BRUSCHETTA della mi’ Mamma. Le prossime prove saranno:

  • PANZANELLA alla Lola
  • PAPPA A I’ POMODORO
  • MINESTRA DI PANE Vegana

All’inizio del viaggio dentro questo tradizionale menù toscano vi ho fatto conoscere la ricetta D.O.C. per cucinare il CASTAGNACCIO al Ramerino, aprendovi una finestra sui miei ricordi. Ora, vi racconterò come si fa la bruschetta a casa mia: un piatto semplice, dove gli ingredienti sono tutto. A noi ci piace – “la ci garba” suona meglio? –  piccante, perciò sarà una ricetta per una bruschetta selettiva, preparatevi. Sono un sostenitore convinto delle proprietà salutari del peperoncino, soprattutto fresco, magnificate a ragione dal pensiero popolare ed acclarate dalla scienza che, però, si ritrova tristemente sempre a rincorrere le esperienze di vita e le intuizioni della gente comune, dimostrando ancora una volta – se ce ne fosse di bisogno – quanto sia indirizzata da interessi economici che ne fuorviano alla nascita la missione etica di ricerca della verità e l’obiettività. A mio avviso, per il peperoncino vale l’antica vulgata pro mela espressa con l’aforisma “una mela al giorno leva il medico di torno”.

Read More