14
Lug
2017
13

MATRICE (Seconda Parte): rapporti tra terreno di coltura e informazione vitale.

  •  
  •  
  •  
  •  

La co-scienza spirituale quantistica e la biologia molecolare epigenetica dimostrano come pensieri azioni abitudini e ambiente siano in grado di modificare la matrice biologica influenzando l’espressione genica lungo la filiera DNA>RNA che porta alla traduzione dei geni in proteine e alla formazione di cellule somatiche: infatti, si hanno manifestazioni genetiche ereditabili e diverse in presenza di genomi identici, come dimostrano sia i casi di gemelli monozigoti che maturano caratteristiche peculiari crescendo in ambienti distinti, con comportamenti scelte mentali e alimentari differenti, sia la eziopatogenesi del Cancro. Tantoché, parlare di origine secondaria e deuteropatica della malattia, ogni malattia, mi sembra un’ovvietà, ma che altrettanto ovvia per i medici non deve essere vista la direzione che hanno preso le ricerche scientifiche e le cure.

Read More

2
Apr
2017
22

MATRICE: rapporti tra terreno di coltura e informazione vitale. (Prima Parte)

  •  
  •  
  •  
  •  

Le vicissitudini cinematografiche di Neo hanno raccontato al grande pubblico l’ipotesi di una struttura della realtà fatta di energia regolata, ordinata, chiamata Matrix. Se hai visto il film, senz’altro ti sei posto il dubbio dell’esistenza di una matrice energetica oltre la realtà sensibile che informi la materia e la renda apparente e tangibile nelle forme e nei modi che conosciamo e sperimentiamo quotidianamente. Quante volte dietro quel che appare e accade ti è sembrato di vedere la trama di un disegno più ampio in cui si avverano la legge biologica di causa ed effetto, il karma buddista, i comandamenti scritti sulle tavole di Mosè, il talismano magico-esoterico che ciondola dal retrovisore e le macumbe propiziatorie dell’amore, i dipinti di Caravaggio, la musica di Bach, le preghiere notturne e le bestemmie diurne, la nemesi greca, i tradimenti e gli atti di coraggio, tutti sulla bilancia di quell’attimo in cui tu riannodi così, in un lampo, quei fili che sono invedibili nella normalità di uno stato di in-coscienza comune ma intercettabili dal fascio luninoso di una intuizione. Se il cuore è chiuso, la mente genera solo illusione e inganno, mai la verità. Giordano Bruno fu un filosofo illuminato, campano di nascita, monaco dell’ordine domenicano vissuto nel XVI secolo in diversi luoghi dell’Europa; perseguitato come eretico, torturato e infine bruciato vivo sul rogo a Roma il 17 Febbraio del ‘600 in esecuzione della sentenza pronunciata dal tribunale dell’inquisizione pontificia. Riporto di seguito le sue parole estrapolate dai dialoghi tratti dal film biografia del 1973 diretto da Giuliano Montaldo che vede come attore protagonista nei panni del monaco uno straordinario Gian Maria Volonté: “La Natura tutta è governata da una profonda armonia. Invisibili linee collegano le piccole cose della Terra – come per esempio il potere degli uomini – agli astri, agli infiniti mondi che ancora non conosciamo. La Luna provoca le maree e anche il mestruo delle donne; il Sole, provoca la vita e la morte delle piante, l’avvicendarsi delle stagioni e anche la vita e la morte dell’Uomo (…). Se esistono altri Soli, altri sistemi solari sparsi nell’Universo, se ciò è vero – ed è vero – allora DIO non è in alto sopra di noi, fuori dal mondo, ma ovunque, in ogni particella di materia, inerte o vivente che sia: è la MATERIA stessa!”. Trasecolante. Meraviglioso! Una luce che attraversa 500 anni di storia incendiando e disintegrando il tempo lineare in un attimo di consapevolezza grazie a te che leggi questo pensiero nella dimensione cosciente del qui e ora. Se la materia è energia e l’energia è consapevolezza, stai creando la tua realtà.

Read More

4
Dic
2016
36

PASTEUR e la medicina moderna sono stati uccisi dal batterio Xylella.

  •  
  •  
  •  
  •  

A cavallo dell’Ottocento il microbiologo e chimico Louis Pasteur (Francia, 1822-1895) formulò sul banco di un laboratorio una teoria senza nessuna evidenza clinica che avrebbe influenzato sia la ricerca e le terapie contro il cancro sia la cura di un semplice raffreddore invernale. Il più criminale sistema di ragionamento che la scienza positivista abbia mai partorito, presto trasformatosi in un metodo di governo delle masse che tu stesso subisci quando prendi l’antibiotico o vaccini i tuoi figli. Le premesse filosofiche e le metodologie della ricerca scientifica sono fossilizzate su delle false conquiste di verità. La scienza medica nega ossessivamente i suoi evidenti fallimenti attraverso la selezione dei messaggi da dare all’informazione e alla storia. Sotto l’egida di Pasteur la medicina scientifica valida protocolli terapici che drogano disastrano e ammorbano la salute; si tratta dello stesso pensiero della vita che ha portato l’Uomo a indossare un preservativo mentale sopra le sue infinite capacità di intelligenza e autoguarigione. Riconducono a Pasteur le motivazioni che permettono l’uso indiscriminato di pesticidi che vengono sparsi copiosamente nell’ecosistema agricolo e le scuse che giustificano la guerra di religione che ha bruciato, vivi, gli ulivi pur di cancellare dalla faccia della Terra il temibile batterio che gli alberi stavano ospitando. La forma mentale collettiva che Pasteur ha contribuito a costruire è una credenza che viene usata scientemente per bloccare l’evoluzione materiale e spirituale dell’Umanità costringendola dentro una gabbia culturale disumana al solo scopo di impedire il cambiamento delle coscienze, aumentare il potere e conservare i privilegi di pochi grazie all’ignoranza che rende gli uomini vulnerabili e tremebondi di fronte al futuro.

Read More

24
Set
2016
45

Perché DIMAGRIRE? Un corpo SANO è sempre MAGRO, non viceversa.

  •  
  •  
  •  
  •  

Un individuo che sia biologicamente sano è magro, sempre! Ma non è affatto detto che un soggetto magro sia sano in conseguenza della sua magrezza. A volte, è vero il contrario. Non ho mai incontrato, però, un soggetto grasso che si presenti come visibilmente sano energico e sensibilmente in forma. Queste sono le verità empiriche frutto dell’osservazione e della sperimentazione quotidiana a cui chiunque sia libero da ideologie dietetiche e mediche di qualsiasi sorta e parrocchia può attingere direttamente per farsi una propria idea solida in materia e cominciare a prendere padronanza con un’ipotesi concreta di cambiamento radicale del proprio stile di vita: per dimagrire si deve prima volere guarire dai malesseri che, spesso, si imputano pigramente e deresponsabilmente all’età o, appena più consapevolmente, al mancato esercizio fisico. In realtà, acciacchi di vario tipo, deficit funzionali e le più svariate problematiche di salute considerate sul momento soltanto genericamente, per poi essere abitualmente e comunemente imputate a specifiche patologie idiopatiche dalla medicina convenzionale allopatica, sono affezioni secondarie: la risultante di ambienti interni infiammati dal sistema immunitario in risposta al lavorio silenzioso e progressivo di logoramento a cui sono sottoposte le strutture del corpo da parte di sostanze tossiche presenti clandestinamente all’interno dell’organismo vivente. La tossicosi organica mina le fondamenta dell’entità dell’Essere come le infiltrazioni di acqua sotterranea corrodono quelle di una casa. Se vuoi dimagrire in maniera salutare, ti devi per forza prioritariamente disintossicare, poiché il grasso è deposito di tossine prima che scorta e fonte di energia: che il corpo, in casi eccezionali di necessità energetica – come può essere un mancato approvigionamento durante un Digiuno – ricavi energia dai grassi, è vero come è vero che la produce per autolisi dalla distruzione di tutte le cellule vecchie, danneggiate o malate. Il percorso virtuoso verso la salute basato sulla espulsione delle tossine fa dimagrire ripristinando la biologia interna, il corretto metabolismo e la naturale fisiologia e morfologia del corpo, mentre il dimagrire di per sé non dà la salute: essa si consegue e mantiene solo con una costante detossificazione attiva del corpo attuata in ambito dietetico che, fisiologicamente, lo fa dimagrire.

Read More

12
Lug
2016
46

UOMO IN NATURA, non conosci né Malattia né Paura.

  •  
  •  
  •  
  •  

Le forme moderne di società e coloro che creano dall’alto il pensiero l’immaginario e l’inconscio collettivi hanno riprogrammato artificialmente i comportamenti umani stimolandone di aberranti e innaturali funzionali al mantenimento e al rafforzamento delle posizioni di potere acquisite dalle élite di sfruttatori che governano le masse. “Discorso complottista da sfigato”, lo denigrerebbe chi fa opinione al soldo di costoro o chi è vittima di tal propaganda. Ma l’Essere umano non è quello che ci inculcano esso sia. E, per nostra fortuna, la sua natura è dura a soccombere. L’Uomo è originariamente programmato dall’Intelligenza superiore della Natura per vivere in uno stato di salute, in assenza di malattie e di paura, evitando il dolore e i sensi di colpa. I nostri neuroni conoscono biologicamente la paura come quella spia di allarme che allerta i sensi e induce una reazione di difesa in risposta ad uno stimolo esterno percepito come problema concreto che metta davvero in pericolo l’esistenza e l’integrità del corpo fisico – e soltanto di esso – nell’immediato e, come tale, vada risolto subito. In Natura non si ha paura che venga compromessa la dimensione spirituale dell’Essere, poiché secondo Natura si vive la materia in armonia con l’essere, si è liberi di esprimersi, creati fisicamente per questo e condotti a farlo dal flusso degli eventi. Vivere seguendo le leggi biologiche della Natura non cagiona frustrazione ma porta all’espansione dell’Essere. Ti sembrano infelici le rondini che volano in cielo e i delfini che nuotano in mare o disarmonica la mucca che pascola goffamente? Perché gli unici animali infelici sono l’Uomo e quelli che lui addomestica imprigiona tortura e sacrifica? In Natura tutte le creature fanno la loro parte come se l’avessero scelta in autocoscienza, ognuna di esse ha il suo giusto ruolo ed è sempre essenziale nella sceneggiatura della Natura. Ogni essere è custode della vita dell’altro e del pianeta.

Read More

20
Giu
2016
33

CLOROFILLA | La molecola vegetale che ossigena il sangue.

  •  
  •  
  •  
  •  

Clorofilla, linfa delle maestose sequoie Redwood della California, sangue verde dell’erba che cresce spontanea nel campo sulla collina di fronte a casa mia e di quel radicchio selvatico che raccolgo e mangio con confidenza affidandomi più all’istinto e all’intuito che ad una sapienza che in questo caso non ho. Solo poco tempo fa ho scoperto la sua identità tassonomica e le sue proprietà: si chiama Crespigno, una via di mezzo spinosa e ruvida tra il tarassaco e un’insalata di foggia riccia, dal sapore erbaceo e dagli effetti disintossicante diuretico e coleretico (stimola la ghiandola del fegato a secernere la bile), ricco di sali minerali. Il crespigno, come anche tutte le verdure a foglia verde coltivate organicamente, contiene molecole di quel minerale Cobalto di cui si serve la flora microbica “buona” che colonizza i tessuti alcalini di bocca gola esofago e intestino, per sintetizzare la discussa Vitamina B12! Credo siano responsabili del processo di sintesi vitaminico i batteri aerobi, anche se è pur vero che differentemente dalle altre vitamine la B12 viene assorbita nella parte terminale dell’intestino tenue chiamata ileo in prossimità del colon dove scarseggia l’ossigeno e prolificano i batteri anaerobi: potrei perciò sbagliarmi. D’altra parte, non è poi così strano che la sintesi di sostanze chiamate “vitamine” avvenga nel corpo umano, visto che già una piccola percentuale della Vitamina K presente nell’organismo non è ricavata dagli alimenti, ma sintetizzata dalla flora microbica anaerobia del colon. Ma dicevo, la clorofilla…

Read More

1 2 3 5